Fiftyfifty

E mentre attendo il risultato dei due preappelli di dicembre, ce l’ho quasi fatta, mancano poche pagine e ci sono. Un mese fa volevo semplicemente battere il mio record di 42 libri letti, poi quello delle pagine, e adesso che sono riuscita anche a fare quello, con la rispettabile cifra di 12721 (ehi, è palindromo!) pagine lette, me ne manca uno solo ai 50. Cinquanta libri letti in un anno, non potevo lasciarmi scappare l’occasione. E la scelta per il cinquantesimo è ricaduta su –

– suonino i tamburi –

– squillino le trombe –

– suspance –

…questa ciofeca qui: Bioetica e religioni, di don Michele Aramini. Sì lo so, è una miseria per un traguardo così epico, ma dovevo comunque prepararlo per l’esame di Storia delle religioni (10 gennaio), si lascia leggere abbastanza facilmente, è stampato in grande (ho gli occhiali a riparare -.-), e l’ultima parte è tutto un elenco di casi esemplari che scorre via da solo.
Sigh.
Prometto che il primo libro del 2013 sarà più figo (in realtà probabilmente sarà il Manuale di storia delle religioni, ma fate finta di credermi).

E con questo, buon anno a tutti, buone feste, buone vacanze, io vado a giocare con Final Fantasy VI, che ho comprato oggi sul PSN dopo anni che lo volevo e promette di essere la droga per molti giorni a venire.
O mesi, considerando i sedici esami di quest’anno…

I commenti sono chiusi.